Powered by Alimat s.r.l.
08 Marzo

Missioni internazionali: approvate attraverso la nuova legge quadro

Mercoledì alla Camera abbiamo approvato la partecipazione italiana alle missioni internazionali per il 2017.

Una novità importante è che quest'anno tale approvazione è avvenuta in una cornice normativa differente rispetto agli anni scorsi. È stata infatti la prima volta che abbiamo approvato le missioni internazionali in cui è coinvolto il nostro Paese non utilizzando un decreto legge ma attraverso il processo autorizzativo previsto dalla legge quadro sulle missioni militari all’estero (la legge n. 145 del 2016), che prevede che l’invio o la proroga dei contingenti all’estero sia deliberato dal Consiglio dei ministri previa comunicazione al Presidente della Repubblica e che tali indicazioni siano comunicate ai due rami del Parlamento, che tempestivamente le discutono e si esprimono attraverso appositi atti di indirizzo, dando la propria autorizzazione per ciascun anno o negandola.

Questo nuovo quadro autorizzativo è stato elaborato proprio per permettere da un lato una discussione approfondita di ciascuna missione, valutandola nel quadro degli impegni globali, e, dall'altro lato, abbiamo fatto questa legge per valorizzare le specificità di un provvedimento parlamentare che deve raccogliere un consenso più ampio della semplice maggioranza di Governo. Trattandosi di politica estera e di difesa è importante, infatti, garantire all'Italia un quadro stabile per quanto si fa come nazione nel mondo per difendere l'interesse della pace e della stabilità.

L'Italia, lo ricordiamo, tra i Paesi occidentali è tra i primi contributori di truppe per le missioni ONU e per le missioni dell'Unione europea. Il nostro Paese è attivo in più di 40 missioni, con 7459 donne e uomini delle Forze armate, 167 donne e uomini delle forze di polizia, e un impegno economico di oltre 1427 milioni di euro, di cui 295 milioni andranno per i processi di pace e di stabilizzazione. Un lavoro delicato ed importante, che l’Italia svolge in maniera egregia, contribuendo a costruire e mantenere le condizioni per la pace e la sicurezza internazionale.



Questo sito utilizza i cookie. L’accesso al sito implica il consenso a loro utilizzo.

Link per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo