Powered by Alimat s.r.l.
07 Luglio

Approvata la prima legge sull'autismo

Dopo anni di attesa, martedì scorso, la Camera ha approvato la prima legge di tutela delle persone affette da autismo. Il provvedimento costruisce il quadro normativo per affrontare la malattia in tutti i suoi aspetti: dalla diagnosi alla cura, con una forte attenzione anche all’abilitazione delle persone affette da questa patologia attraverso l’inserimento nel mondo del lavoro e l’inserimento sociale. Previsti inoltre interventi a sostegno delle famiglie.
L’autismo è un disturbo neuropsichico infantile che produce nell’individuo gravi problemi di comunicazione, di adattamento all’ambiente esterno e di socialità.


Non esistono cure risolutive delle malattia ma le terapie conosciute – se messe in campo tempestivamente – possono migliorare sensibilmente la vita di queste persone e delle loro famiglie. Lo scopo della legge, come detto in precedenza, è quello di prevedere norme volte alla tutela e alla cura delle persone affette da disturbi dello spettro autistico, in conformità anche con quanto stabilito da una risoluzione dell’Assemblea delle Nazioni Unite che punta molto sull’inclusione sociale di queste persone e sulla loro introduzione nella vita lavorativa.
Con l’approvazione della legge il Consiglio Superiore della Sanità approverà nuove linee guida per il trattamento dei disturbi collegati all’autismo.
Saranno inoltre aggiornati i LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), con l’inserimento di alcune prestazioni come per esempio la diagnosi precoce, le cure e i trattamenti personalizzati.
In particolare per ottenere i livelli essenziali previsti dalla nuova normativa, il Servizio Sanitario Nazionale prevederà - in accordo con le regioni – l’introduzione di una serie di misure finalizzate al raggiungimento degli obiettivi di legge. Tra questi la costituzione di unità funzionali dedicate alla cura dell’autismo, la formazione, nuovi progetti per l’aiuto delle famiglie e l’inserimento lavorativo oltre alla predisposizione di strutture che possano prendere in carico soggetti affetti da autismo di ogni età. Entro 180 giorni dall’approvazione della legge il Ministero della Salute, in applicazione dei LEA, provvederà all’aggiornamento  delle linee di indirizzo per la qualità e l’appropriatezza degli interventi sulle persone affette da autismo. Queste linee dovranno essere aggiornate ogni tre anni. Infine il Ministero avrà anche il compito di promuovere la ricerca per la conoscenza del disturbo e le buone pratiche terapeutiche ed educative.



Questo sito utilizza i cookie. L’accesso al sito implica il consenso a loro utilizzo.

Link per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo