Powered by Alimat s.r.l.
14 Dicembre

On Lattuca e Meloni (PD): “Bene legge elettorale alla Camera, si disciplini anche il voto all’estero”.

Visto che i Presidenti di Camera e Senato - nella giornata di ieri - hanno deciso di spostare alla Camera l’esame della riforma della Legge elettorale, i deputati del Partito Democratico Enzo Lattuca e Marco Meloni entrambi membri della I Commissione (Affari Costituzionali) intervengono sul tema: “chiediamo fin da subito che venga inserita all’ordine del giorno la proposta di legge già presentata relativa  alla Disciplina dell'esercizio del diritto di voto da parte dei cittadini italiani che si trovano temporaneamente all'estero. In modo che venga discussa insieme alla riforma complessiva della legge elettorale”.

/ Leggi Articolo /

06 Novembre

Bene il decreto missioni, ora però si lavori ad una legge quadro

L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo. Articolo 11 Costituzione della Repubblica italiana

Nella giornata di martedì 5 novembre si è aperta alla Camera la discussione per la conversione in legge del D.L. 14/2013, recante misure urgenti per la proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia e le iniziative di cooperazione allo sviluppo.
Il testo ha visto un ampio e proficuo confronto in sede di Commissione e, ha visto il pieno coinvolgimento della Commissione III (Affari Esteri) e della Commissione IV (Difesa).
Il testo non è arrivato blindato in sede referente e – anche di fronte a posizioni assai differenti – la disponibilità al dialogo e al compromesso non è mai venuta meno, prova ne è stato l’ accoglimento di alcuni importanti emendamenti su proposta dei gruppi di minoranza.
Visto il contesto internazionale attuale, da molti definito “Nuovo disordine mondiale”, che vede un’instabilità politica e sociale crescente proprio nei paesi mediterranei, non posso non sottolineare i forti limiti che lo strumento del decreto missioni – seppur legittimo – dimostra.

/ Leggi Articolo /

28 Settembre

Alla Festa Europea dell'Unità

 

Justice Sociale, Slidaritè, Paix, Citoyennetè.

 

Oggi - sabato 28 e domani domenica 29 settembre - sarò in Lussemburgo assieme ad una delegazione del PD cesenate per partecipare alla Festa Europea dell'Unità presso il Parc du Gaalgerbierg a Esch - sur - Alzette. Per il 3° anno consecutivo prendiamo parte a questa interessante iniziativa di interscambio politico, culturale e non solo. La Festa Europea dell'Unità organizzata dal Partito Democratico del Lussemburgo è infatti prima di tutto una straordinaria occasione per far conoscere le prelibatezza della cucina cesenate e romagnola e inoltre si tratta di un'occasione unica per dialogare con la comunità italiana che risiede in Lussemburgo e con tutti coloro che prenderanno parte alla manifestazione. Quest'anno in particolare - come deputato - nella giornata di domenica avrò il piacere di incontrare la comunità italiana residente in Lussemburgo.




 

09 Ottobre

Dopo Lampedusa subito una legge sul diritto d’asilo

 

La tragedia di Lampedusa e le centinaia di bare allineate nell’hangar dell’isola hanno scosso l’Italia e tutta l’Europa diventando il simbolo di un Paese e di una comunità europea che fino ad ora non hanno saputo affrontare e gestire il fenomeno dell’immigrazione. Quelle bare, quell’orrore, hanno posto di fronte a tutti noi una questione che sta alla base del nostro sentirci uomini che vivono in un Paese civile collocato in un continente che si considera faro dei diritti e della democrazia nel mondo.
Il dibattito politico nazionale che si è acceso dopo Lampedusa si è mosso su tre linee direttrici: chi ha subito detto “abolire subito la Bossi-Fini”, chi ha scaricato le responsabilità sull’Europa e chi, come il leghista Pini (che aimè rappresenta anche la Romagna in parlamento), ha vergognosamente scaricato la responsabilità dell’accaduto al Ministro Kyenge e alla presidente della Camera Laura Boldrini.

/ Leggi Articolo /

30 Agosto

Siria: condivisibile su tutta la linea la posizione del governo

 

 

Condivisibile su tutta la linena la posizione del governo esposta dal ministro Bonino

 

Il 27 agosto ho partecipato all' audizione del ministro degli Esteri Emma Bonino, tenutasi congiuntamente di fronte ai componenti delle Commissioni Affari Esteri di Senato e Camera.
Ritengo che la posizione del governo esposta dal ministro Bonino sulla crisi siriana sia condivisibile su tutta la linea.
La Bonino ha dichiarato che una soluzione politica negoziata è la sola sostenibile dal momento che una soluzione militare non pare possibile poiché nessuna forza sembra essere in grado di governare e che non deve essere prevista nessuna partecipazione italiana al conflitto senza un mandato diretto dell’ONU.

 

/ Leggi Articolo /



Questo sito utilizza i cookie. L’accesso al sito implica il consenso a loro utilizzo.

Link per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo