Powered by Alimat s.r.l.
25 Settembre

Un Macfrut pronto ad affrontare le sfide globali

 

Mercoledì mattina alla Fiera di Rimini si è aperta la 32ª edizione del Macfrut, la fiera dell’ortofrutta organizzata da Cesena Fiera, che per la prima volta si è trasferita lungo la via Emilia, spostandosi da Cesena a Rimini.
Sono stato presente al taglio del nastro insieme al viceministro all’agricoltura Andrea Olivero, l’eurodeputato Paolo De Castro, i Sindaci di Cesena e Rimini oltre ai vertici di Cesena Fiera e Rimini Fiera.
Per capire il Macfrut 2015 è importante partire dai numeri: dai 20.000 metri quadrati di superficie espositiva del 2014 si è passati ai 33.000 del 2015 con una crescita degli espositori passati in un anno da circa 800 a più di 1.000.
L’edizione 2015 ha visto anche una forte presenza di operatori esteri, un espositore su cinque, infatti, proveniva da oltreconfine, per un totale di 30 Stati e 5 continenti rappresentati.
Ho sempre pensato che questa fosse la strada giusta da percorrere e i numeri da record della prima edizione testimoniano che, il percorso coraggioso intrapreso dal Sindaco di Cesena Paolo Lucchi, e dal nuovo consiglio di amministrazione di Cesena Fiere, andava nella giusta direzione, collocando il Macfrut in una posizione migliore per affrontare le sfide globali.
Siamo riusciti tutti insieme a superare i campanilismi ed è indubbio che la nuova collocazione a Rimini abbia garantito un futuro migliore a una delle eccellenze di Cesena e di tutto il territorio romagnolo.
La chiave di volta per capire il progetto sta proprio qui, nell’aver avuto il coraggio di pensare ad un progetto che promuovesse la storia, la tradizione e le eccellenze di un intero territorio: la Romagna.
Un progetto inoltre che ha come  obiettivo principale quello di offrire alle imprese ortofrutticole locali e non, la migliore vetrina a disposizione per promuoversi in Europa e nel Mondo; la concomitanza con l’Expo 2015 è stata da questo punto di vista un'occasione unica.
Non va dimenticato che lo stesso Ministero per lo Sviluppo Economico, ha premiato la scelta fatta con un finanziamento pari a 1 milione di euro nel triennio 2015-2017 per il quale mi sono impegnato in prima persona, riconoscendone così la valenza internazionale e sostenendo il progetto triennale di rilancio già messo a punto da Macfrut che ha come obiettivo il consolidamento e il rilancio della leadership della più importante fiera della filiera ortofrutticola nel bacino del Mediterraneo e nell’Est Europa.





Questo sito utilizza i cookie. L’accesso al sito implica il consenso a loro utilizzo.

Link per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo